Archivi categoria: Belpasso

Lezione di storia siciliana alla scuola Nino Martoglio: dove morì il re di Sicilia Federico III D’Aragona ???

Il presidente dell’Archeoclub di Belpasso, Maria Rosa Vitaliti, nell’ambito degli appuntamenti nelle scuole per fare conoscere il territorio, ha organizzato una lezione di storia per alunni e docenti della scuola media statale N. Martoglio a cura del professore, ricercatore e scrittore, Santi Maria Randazzo che, con inedite immagini ha illustrato ai presenti “il luogo di morte e di mummificazione del re di Sicilia Federico III nel 1337. Il relatore facendo riferimento a Guglielmo Policastro sottolinea che “ Il re Federico III si trovava nel castello di Enna, e colto da un malore decise di tornare nella sua capitale, in Catania; ma giunto a Paternò, aggravatosi dovette riparare nell’ospedale dei Gerosolimitani, “ove morì sullo spirar di quel mese di giugno del 1337. Continua la lettura di Lezione di storia siciliana alla scuola Nino Martoglio: dove morì il re di Sicilia Federico III D’Aragona ???

Segnalazione alle Istituzioni competenti

per la tutela della zona archeologica di contrada Grammena in territorio di Belpasso.

logo Archeoclub Italia

Archeoclub –Belpasso- La presidente e consigliere nazionale dell’archeoclub d’Italia “ Regina Eleonora D’Angiò”, sede di Belpasso, Maria Rosa Vitaliti , nella qualità di Ispettore Onorario ai Beni culturali nel territorio di Belpasso ,nominata con Decreto dell’ass.re regionale dei beni culturali N.546, nell’ambito dei controlli ai beni del territorio , giorno 16-01.2019 , si è recata in contrada Grammena, territorio di Belpasso, nell’area relativa alla basilica ed edificio rurale di epoca tardo romana, portati alla luce con gli scavi condotti dalla soprintendenza di Catania e pubblicati nel 2007 su “ Fasti online”, constatando il completo abbandono dei luoghi con segni evidenti di scavi clandestini vicino alla basilica citata.( f.to 1-2-3) con altri micro scavi nei dintorni, l’Ispettore ha riscontrato anche la totale scomparsa delle protezioni sopra gli scavi effettuati dalla soprintendenza e la scomparsa del la rete di recinzione che tuteli la zona archeologica. 

Mi preme ricordare che la zona è sottoposta a vincolo con D:D:S n.8836 del 27-11- 2008 da parte della Regione Siciliana , art.1e censita al catasto del comune di Belpasso, Continua la lettura di Segnalazione alle Istituzioni competenti

Il culto mariano in Oriente e Occidente

a cura della professoressa Anna Maria Marletta Panebianco

ARCHEOCLUB – Nell’ambito delle conferenze organizzate dalla presidente dell’archeoclub d’Italia , prof,ssa Giussi Liuzzo giorni fa ha presentato la prof,ssa Anna Maria Marletta Panebianco che ha parlato  “Del culto mariano in oriente e occidente. Il culto di Maria , ha evidenziato la relatrice, risale a Costantino il Grande che nel 330 consacrò alla Madonna Bisanzio, la nuova Roma. Grande importanza ebbe la madre di Dio nella civiltà mondiale perché le varie nazionalità che governavano l’Impero sentivano il bisogno di una sola fede e poiché Maria era il fulcro di questa fede, il suo culto si propagò in Europa, Asia e Africa. Maria è soprattutto Ausiliatrice perciò è frequente l’invocazione alla Madonna non solo in campo religioso, ma anche laico: ne sono prova i sigilli della vita militare, civile e commerciale. La sfragistica militare è sorta in seguito ad una legge imperiale che designava l’esercito con il nome di Sante Legioni, dato che si combatteva non solo per l’Impero, ma anche per la chiesa.