Archivi tag: conferenza

L’esistenza dell’apicultura attraverso i secoli

Catania –  Nell’ambito delle conferenze organizzate dall’archeoclub d’Italia  di Catania , la presidente  Giusi Liuzzo  ha presentato. Santi Longo, già ordinario di Entomologia agraria nell’Università degli Studi di Catania, per parlare di archeoapicultura.. Nella “grotta del ragno”, “ a parlare è il relatore Santi Longo”, nei pressi di Valencia, in Spagna, si trova la raffigurazione, datata 6.000 a. C., dell’uomo delle liane che preleva i favi di api selvatiche, con modalità simili a quelle adottate, alle soglie del 2.000, in Nepal, dagli indigeni per predare i favi dell’ape gigante (Apis dorsata). L’apicoltura, intesa quale allevamento delle api, ha avuto origine nell’altopiano Anatolico, in Mesopotamia e nella fascia Siro Palestinese, da dove, i Fenici la diffusero con i loro commerci. Continua la lettura di L’esistenza dell’apicultura attraverso i secoli

Le meraviglie delle ceramiche di Caltagirone

Dott.ssa Alessandra FotiNell’ambito degli incontri culturali  organizzati dai presidenti  dell’archeoclub di Catania, Giusi Liuzzo e di Belpasso , Maria Rosa Vitaliti, presso l’auditorium della scuola Pizzigoni, è stata ospitata la dottoressa Alessandra Foti, presidente  del Gal Kalat  di Caltagirone, appassionata  divulgatrice di storia  della ceramica  calatina.  Durante la conferenza la relatrice ha illustrato , con il supporto  di interessanti proiezioni, opere ceramiche  che vanno dalla preistoria ai nostri giorni. Genesi  e sviluppo  di una forma d’arte  che fonde in se abilità artigianale  e creatività artistica, sia nella   sua funzione  d’uso quotidiano ma anche  come veri gioielli d’arte scultorea e pittorica. I Presenti hanno potuto apprezzare  come la che adornano  la città di Caltagirone, nei loro storici  giardini , divani in pietra, scolpiti con raffinati capitonnè, accolgono visitatori che giungono da ogni parte del mondo. I numerosi soci hanno ringraziato la dottoressa Alessandra Foti  per averli accompagnati  in questo piacevole percorso culturale tra barocco, e liberty, ceramica e storia, gastronomia, immersi nella natura  rigogliosa ed incontaminata  del distretto culturale  del Sud-Est della Sicilia , dichiarato dall’UNESCO, patrimonio dell’Umanità.

Maria Rosa Vitaliti
Presidente  e consigliere nazionale Archeoclub Area Paesi dell’Etna

VI edizione ” Belpasso sta perdendo la memoria, salviamo il sito storico cisterna regina”

logo Archeoclub Italia

L’acheoclub d’Italia sede di Belpasso , con il Patrocinio del Comune di Belpasso, il Parco dell’Etna, Archivio di Stato di Catania, Parrocchia Maria SS.Della Guardia, ha organizzato tre giornate sul tema” Belapsso sta perdendo la memoria, salviamo il siti storico, cisterna regina, manifestazione giunta alla VI edizione.
Il primo giorno l’archeoclub , insieme agli alunni scuola media statale N.Martoglio, la Misericordia di Belpasso hanno pulito l’altarino Cisterna Regina .
La seconda giornata è stata dedicata  ai documenti chiarificatori da parte dell’Archivio di Stato di Catania su “ le regine di Sicilia: Eleonora d’Angiò e Bianca di Navarra. Coadiuvata da video la dott.ssa Anna Maria Iozzia, funzionario archivista dello Stato di Catania ha parlato su:” Eleonora d’Angiò, pia regina di Sicilia”; il direttore dell’archivio di Stato, dott.ssa Cristina Grasso ha parlato di “ Bianca di Navarra ultima regina di Sicilia”.

Le relazioni sono state intervallate dall’archeologo Pier Paolo Farace, con  canti, diciture e figuranti medievali. A fine conferenza  degustazioni di dolci e bevande medievali, tra cui la torta della regina risalente al 1300 dietro ricerche dei soci archeoclub di Belpasso.La manifestazione si conclude con la visita degli alunni della scula media Martoglio nei luoghi  dove la regina Eleonora si recava a pregare e dove morì, presso il Monastero dei Benedettini di San Nicolò la Rena, oggi parco dell’Etna, grazie  alla disponibolità del presidente , dott.ssa Marisa Mazzaglia, al già on.le Salvo Fleres, e la sig.ra Grazia Ollà, che hanno guidato i ragazzi . Sempre al monastero dei Benedettini,S.Nicolò la Rena, nell’ambito della manifestazione nazionale “CHIESE APERTE, organizzate dal MiBACT (Ministero  dei beni  e delle attività Culturali e del Turismo) e de CEI (conferenza episcopale italiana) hanno guidato e parlato dell’ex chiesa del Monastero, oggi sala conferenza, la cui immagine frontale è San benedetto.
presidente archeoclub Italia, sede di Belpasso e Consigliere Nazionale
Maria Rosa Vitaliti